martedì 29 luglio 2008

Angelo01

6 commenti:

misaoli ha detto...

Ti capisco in quanto al essere aperti con persone e parlare tante stando vis à vis... ma io credo che se si aprezza qualcosa o qualcuno, un ti voglio bene, in qualsiasi occasione essa sia, non viene male. se è sincero e si sente, non c'è problemi a dirlo, quindi non dovrebbe portare con se nessun tipo di problema, imho.
Rispetto alle preoccupazioni, io quoto solo churchill che diceva 'ho passato tutta la mia vita preoccupandomi per cose che poi non sono mai successe'. e questa frase mi viene molto spesso in mente..

spesso ci preoccupiamo troppo per cose materiali e alla fin fine, inutili, e troppo poco ci prendiamo vera cura delle persone e affetti, dandoli per scontati.. basta che ce ne rendiamo conto di cosa conta veramente. ^^

misaoli ha detto...

p..s: bel disegno! un po' pauroso gli occhi storti ma ti perdono perche sembrano oscar! xD ahahaha
scherzo, mi piace molto ^^

saretta ha detto...

La nostra fragilità è parte della nostra bellezza, è fonte di stimoli e di crescita. essere deboli è nella nostra natura e solo accettandolo, secondo me, possiamo aprire il nostro cuore agli altri ma anche a noi stessi. è vero, al giorno d'oggi è richiesta la massima efficienza, velocità,ecc..ma così facendo, presi nel vortice della corsa non ci rendiamo conto nemmeno di dove andiamo. spero di non essere stata troppo contorta nell'esprimere la mia opinione ^_^;
Fa piacere leggere le tue parole così sincere e piene di significato, sono SEMPLICI e te lo dico nel senso migliore del termine, sono autentiche...e non sono solo parole.
*saretta*

Totora82 ha detto...

Micia hai ragione....un "Ti voglio bene" non dovrebbe mai portare a delle domande, dovrebbe essere accetatoe basta...ma non è sempre così.
Son felice che il disegno ti piaccia e che ti ricordi Oscar...è un disegno vecchio di un pò di anni e in quel periodo ero fissata con i disegni della Ikeda!










Ciao Saretta, mi fa piacerissimo che tu sia ripassata a leggermi!
Cerco di esprimere quello che penso in modo chiaro e se ci riesco, beh, non può che farmi felice perchè vuol dire che il mio messaggio è stato colto e che son riuscita a trasmettere sincerità.Quello che mi dici mi fa tanto piacere credimi!

misaoli ha detto...

ahaha ti capisco.. a me dei suoi disegni ha colpito sempre gli occhi.. o erano bellissimi o erano strani... tipo qua che sembrano storti.. non è una critica per dire che sia brutto ne niente di simile, solo che ha un stile molto personale (il che è bene perche si capisce subito chi è che disegna! :D).
pero i suoi personaggi di volte sembra che guardino con entrambi occhi la punta del naso, se capisci cosa voglio dire.. xDDDD
meow ^^

Bie ha detto...

Trovo che la voglia di dire ti voglio bene, quanto quella di dire espressamente che non si ha voglia di frequentare piu' una persona vadano detti con delicatezza e con onestà. Benche' siano due cose opposte, si tratta di sentimenti importanti che si deve dire se si provano. La paura di essere feriti e' normale, e l'orgoglio l'abbiamo tutti, pero' alla fine ho scoperto che i miei entrambi valgono poco, mentre l'amore che provo per le persone ne vale infinitamente di piu'. Per cui certe sensazioni le infilo sotto le altre, infondo al mucchio e le lascio li dove devono stare. A non dir le cose, ci si perde sempre, anche se si soffre. Ma queste, temo, sono banalità.